plex

Plex Media Server è un applicativo freeware dedicato allo streaming audio/video di contenuti multimediali di vario genere. Le sue specifiche di livello avanzato si rivolgono in special modo a chi desideri condividere filmati, musica e immagini memorizzati sul proprio PC con flessibilità e versatilità. Una sua specificità è di riuscire a convertire ed adattare il flusso dati in modo ottimizzato, risultando compatibile con diverse tipologie di client.

Una possibile applicazione di Plex Media Server è rappresentata dall’accesso remoto a MP3, video, foto e programmi televisivi quando si è lontani da casa, anche via 3G su smartphone e tablet, così da averli sempre a portata di mano. Al tempo stesso facilita la creazione di archivi ordinati di file multimediali in genere ed evitare così una dispersione di informazioni tra diversi sistemi di storage.

Oltre che a proporsi quale collettore di elementi locali, Plex Media Server è utilizzabile anche per la raccolta dicontenuti online presenti ad esempio in YouTube e Netfix, consentendo pertanto la loro fruizione da qualsiasi client collegato al server centrale. Ciò avviene grazie alla disponibilità di componenti aggiuntivi, alcuni predefiniti ed altri scaricabili dal sito di riferimento per una installazione successiva.

Il ruolo principale di Plex Media Server è dunque quello di garantire un collegamento privo di interruzioni fra i client configurati e tutti i file multimediali disponibili localmente e in rete, riuscendo perciò a mettere a punto una sorta di mediateca centralizzata dalla quale attingere facilmente contenuti.

Il sistema di streaming è in pratica composto da due elementi principali: il Media Server, da installarsi nel PC di riferimento per la gestione dei contenuti da condividere e un client con il media center, da configurare dove si vogliano ricevere i contenuti medesimi. Oltre a Windows e Mac, Plex Media Server è certificato per essere utilizzabile con alcune periferiche NAS e per interfacciarsi con device mobili e SmartTV LG certificati.

Le sue funzionalità di maggiore rilievo consentono di organizzare la libreria di contenuti in modo efficiente, di ricorrere all’ambiente di sviluppo Cocoa, di recuperare automaticamente elementi dal Web e di personalizzare l’esperienza d’uso in pochi passaggi. Gli utilizzatori di questo sistema hanno inoltre la possibilità di guardare canali online in costante aggiornamento, ospitati su numerosi siti sparsi su Internet e velocemente integrabili nel server stesso.

L’installazione di Plex Media Server viene portata a termine rapidamente e la configurazione automatica iniziale consente al server di interfacciarsi via rete ai media per la gestione e la condivisione dei contenuti. Un’icona disposta nel system tray di Windows fa accedere al Media Manager, il quale si presenta come server in una pagina web nel browser predefinito di sistema.

I contenuti della libreria sono gestibili in base a cinque categorie principali: film, serie tv, immagini, musica e video personali. Il pulsante “Impostazioni” consente di aprire il pannello di configurazione dei parametri principali, il quale viene suddiviso in modo ordinato. L’area generale consente innanzitutto di assegnare un nome amichevole al server, il quale verrà usato per identificarlo con immediatezza nella rete. Nel caso il campo relativo venga lasciato vuoto, verrà direttamente utilizzato il nome del computer in uso.

La sezione inerente la libreria presenta delle caselle di controllo per aggiornare subito la libreria medesima quando vengono rilevate modifiche sui contenuti, da cui si possono eventualmente escludere i file audio. In termini dicondivisione, se viene rilevata la presenza di iTunes vi è la possibilità di includere anche i suoi contenuti, ampliando ulteriormente l’archivio. Per ciascuna categoria vi è inoltre la possibilità di selezionare ulteriori agent per allargare il bacino dei metadati di cui disporre rispetto a quelli inizialmente fissati.

Plex Media Server è compatibile con le principali edizioni del sistema operativo di Microsoft e precisamente XP SP3, Vista e 7. Se devono essere gestiti video Silverlight o Flash sono invece indispensabili Windows Vista o 7. Per quanto concerne i requisiti hardware minimi occorrono una scheda video compatibile con le librerie DirectX 9.0c, un processore Intel Core 2 Duo e 2 GB di RAM (consigliati 4). A livello software per raggiungere le prestazioni migliori, anche in termini di compatibilità, vengono raccomandati Google Chrome, Safari, Firefox o Internet Explorer in versione 9 con Google Chrome Frame abilitato.

Plex Media Server costituisce in definitiva un valido strumento per mettere a punto un servizio di condivisione di contenuti multimediali di vario genere con streaming diretto via rete, il quale riesce ad adattarsi a numerose soluzioni d’uso grazie al supporto di media di diversa natura.